1. Home
  2. /
  3. Ginecologia
  4. /
  5. Perdite gialle in menopausa

Perdite gialle in menopausa

/ In : Ginecologia

Le perdite vaginali sono una questione con la quale la maggior parte delle donne ha avuto a che fare nel corso della vita. Se nella maggior parte dei casi si tratta di normalissimo muco, in altri casi è meglio interpellare un ginecologo per prevenire alcuni problemi. Nel dettaglio, se durante l’età fertile le secrezioni vaginali di colore giallastro sono molto frequenti, possono essere un chiaro campanello d’allarme per qualche patologia.

A tal proposito, è bene tenere sotto controllo le perdite intime a partire dalla pubertà fino alla menopausa, poiché potrebbero essere una spia di infezioni oppure di patologie correlate l’apparato uro-genitale femminile.

Quali sono le cause di perdite giallastre?

Secrezioni tendenti al giallognolo possono essere un sintomo piuttosto chiaro di una infezione in corso, soprattutto in gravidanza. Il tessuto che riveste l’utero, l’endometrio, tende ad assottigliarsi (Atrofia Vulvo Vaginale) e allo stesso tempo il livello ormonale si abbassa e, a causa della scarsa disponibilità di glicogeno, si ha una diminuzione della flora batterica vaginale. Di conseguenza, il pH aumenta rendendo tutto l’ambiente vaginale più vulnerabile alle infezioni e provocando il proliferare dei batteri.

I rimedi per le perdite in menopausa

In caso di perdite giallognole è bene rivolgersi primariamente a un ginecologo. Esistono tuttavia anche dei rimedi naturali per prevenire l’insorgenza di infezioni vaginali e alleviare i sintomi.

Per quanto riguarda l’alimentazione, la prevenzione delle infezioni inizia a tavola: è consigliato limitare gli zuccheri, i formaggi, i prodotti lievitati e le bevande fermentate come birra e gli alcolici in generale. In questo modo l’apparato urinario sarà in grado di eliminare con più facilità le tossine e i batteri. Anche le condizioni protratte di stress e stanchezza possono abbassare notevolmente le difese immunitarie, impattando negativamente sullo stato di salute dell’organismo.

Un altro rimedio per evitare le infezioni vaginali è quello di usare detergenti intimi naturali e delicati per prevenire le infezioni e curare la propria igiene intima. Molto importante lavarsi quotidianamente e sempre dopo ogni rapporto sessuale e dopo la defecazione. Si consiglia l’utilizzo di detergenti a pH fisiologico non troppo aggressivi, che potrebbero alterare il corretto equilibrio della flora batterica.

Quali prodotti naturali per prevenire le infezioni?

La natura offre alcuni rimedi utili per contrastare o prevenire le infezioni vaginali: come la Salvia officinalis, un potente antisettico ed antinfiammatorio, e l’estratto di semi di pompelmo, un antimicrobico e antimicotico presente in natura.

Leonardo Medica sfrutta le proprietà igienizzanti, rinfrescanti e antiossidanti di questi ingredienti naturali per mantenere in equilibrio il delicato ecosistema vaginale. Nasce così ALIS, detergente intimo con pH 4,5, clinicamente e dermatologicamente testato, con ingredienti che assicurano una mirata azione detergente e di protezione nei confronti delle mucose sensibili. ALIS, inoltre grazie alla presenza di acido lattico aiuta a normalizzare il pH, contribuendo in tal modo a ridurre il rischio di infezioni vaginali ricorrenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

ULTIMI POST

Menu