1. Home
  2. /
  3. Ginecologia
  4. /
  5. Prevenire le infezioni vaginali femminili

Prevenire le infezioni vaginali femminili

/ In : Ginecologia

Le infezioni vaginali sono causate molto comunemente da una crescita eccessiva di alcuni tipi di batteri nella vagina. I sintomi possono includere cattivo odore, perdite, bruciore e dolore, anche se in molti casi le pazienti affette da questi disturbi sono asintomatiche. Nel presente articolo approfondiremo in che modo è possibile ridurre il rischio di contrarre infezioni vaginali o di soffrire di recidive.

Cos’è la vaginosi e quali sono le sue cause?

La vaginosi è una tra le più comuni infezioni vaginali e si verifica quando l’equilibrio dei batteri naturalmente presenti nella vagina è alterato dalla presenza di batteri dannosi, come la Gardnerella vaginalis. Non si tratta di una malattia contagiosa ed è più comune tra le donne sessualmente attive.

Secondo alcuni studi, sia il sesso non protetto che il sesso con nuovi partner possono alterare l’equilibrio dei batteri nella vagina. La vaginosi è anche molto diffusa tra le pazienti in gravidanza: in questo caso, è probabile che sia innescata anche dai cambiamenti ormonali associati al periodo della gestazione.

I sintomi più comuni della vaginosi e di molte infezioni vaginali sono:

  • perdite vaginali;
  • bruciore, prurito intimo, irritazione e dolore alla vagina;
  • difficoltà a urinare (disuria);
  • dolore nei rapporti sessuali (dispareunia).

Prendi un appuntamento con il tuo medico se noti la comparsa di alcuni tra i sintomi sopraelencati: l’unico modo per diagnosticare le infezioni vaginali è sottoporsi ad una visita unito a un test del fluido vaginale.

Come difendersi dalle infezioni vaginali

Alle donne cui vengono diagnosticate vaginosi o altri disturbi ginecologici più gravi, il medico prescriverà una cura antibiotica per contrastare l’infezione in corso. Ad ogni modo, esistono alcuni accorgimenti in grado di ridurre il rischio di contrarre infezioni vaginali recidivanti:

●      detergere dalla parte anteriore a quella posteriore dopo la minzione e la defecazione;

●      cambiare spesso gli assorbenti;

●      evitare prodotti intimi profumati o deodoranti, tra cui spray e salviette;

●      indossare biancheria intima traspirante;

●      usare preservativi;

●      prestare la massima attenzione all’igiene intima.

Si consiglia quindi l’utilizzo di prodotti a PH fisiologico: i detergenti troppo aggressivi potrebbero infatti alterare l’equilibrio della flora batterica. Sfruttando le proprietà igienizzanti e antiossidanti della salvia officinalis, un antisettico ed antinfiammatorio fitoterapico, e dell’estratto di semi di pompelmo, un antimicrobico e antimicotico presente in natura, Leonardo Medica ha ideato Alis detergente: questo detergente intimo con PH 4,5 clinicamente e dermatologicamente testato contiene ingredienti che rispettano il delicato equilibrio dell’ecosistema vaginale, assicurando un’efficace azione detergente e di protezione delle mucose. Grazie alla presenza dell’acido lattico, Alis detergente aiuta inoltre a normalizzare il PH vaginale, contribuendo a ridurre il rischio di contrarre infezioni vaginali ricorrenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

ULTIMI POST

Prodotti più venduti

Prodotti più votati