1. Home
  2. /
  3. Ginecologia
  4. /
  5. Cosa fare e cosa non fare nelle prime settimane di gravidanza?

Cosa fare e cosa non fare nelle prime settimane di gravidanza?

/ In : Ginecologia

Quello del primo trimestre di gravidanza è un periodo decisamente delicato per le madri in attesa. Sebbene i cambiamenti fisici che accompagnano la gestazione siano ancora poco visibili nell’arco di questa fase, le prime settimane di gravidanza costituiscono un momento vitale per lo sviluppo dell’embrione e per il suo corretto annidamento nell’utero.

Naturalmente, ogni donna che aspetta un figlio vivrà l’esperienza della gravidanza in modo personale, ma per tutelare la salute della mamma e del nascituro esistono alcune regole fondamentali cui è possibile affidarsi nell’assoluta maggioranza dei casi.

Cosa non fare nel primo trimestre di gravidanza

  • Non bere alcolici e non fumare;
  • Non consumare caffeina in modo eccessivo;
  • Limitare l’uso dei farmaci – chi ne assume per patologie croniche dovrà farne menzione al ginecologo;
  • Non consumare cibi che provocano stitichezza;
  • Non consumare carni crude;
  • Evitare la sedentarietà senza praticare routine di allenamento eccessivamente faticose.

Cosa fare nelle prime settimane di gravidanza

  • Consultare il proprio ginecologo;
  • Adottare un regime alimentare bilanciato e completo di tutte le sostanze nutritive necessarie allo sviluppo del feto;
  • Ascoltare il proprio corpo e ritagliarsi sufficienti spazi per riposare quando si avvertono stanchezza e affaticamento;
  • Assumere acido folico, importantissimo per quanto riguarda la prevenzione del rischio di difetti del tubo neurale, DHA, un omega-3 il cui fabbisogno aumenta durante la gravidanza e che può supportare il corretto funzionamento di cervello e retina, lattoferrina, che facilita l’assorbimento del ferro e aiuta a soddisfarne il fabbisogno notevolmente aumentato delle neomamme, e Vitamine D, B2 e B12.

Prontogral è una soluzione Leonardo Medica in grado di fornire il corretto apporto di acido folico, DHA, Calcio, Ferro, Lattoferrina e Vitamine D, B2 e B12 alle neomamme. Formulato per il periodo della gravidanza e dell’allattamento, Prontogral contribuire a ridurre i rischi di parto pre-termine e supportare lo sviluppo cerebrale del feto.

Rispetto alla media dei prodotti disponibili in commercio e che si rivolgono alle donne in gravidanza e allattamento, Prontogral contiene più del doppio di DHA, garantendone un apporto di 500mg al giorno, se assunto nel dosaggio consigliato.

Nel caso in cui le mamme non abbiano cominciato ad assumere integratori prenatali già nei mesi precedenti al concepimento, si consiglia di iniziare il ciclo di integratori a base di acido folico e DHA non appena si scoprirà di essere incinte, subito dopo il consulto con il proprio medico, il quale ne stabilirà il dosaggio. È sempre fondamentale ricordare, ad ogni modo, che l’assunzione di integratori alimentari non potrà considerarsi sostitutiva rispetto all’adozione di un’alimentazione sana e completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

ULTIMI POST

Prodotti più venduti

Prodotti più votati

Menu